EasyApple puntata 414: “Spyware mobile con Giorgio Sbaraglia”

Nella puntata numero 414 del Podcast EasyApple sono stato invitato a partecipare alla trasmissione dai conduttori Luca Zorzi e Federico Travaini.

EasyApple è uno dei podcast realizzati da EasyPodcastche è un network di distribuzione di trasmissioni audio-podcast improntate sulla tecnologia, con un occhio di riguardo sul mondo Apple. EasyPodcast è un progetto nato il 19 Settembre 2012 da un’idea di Federico Travaini e Luca Zorzi che, dopo essersi ritagliati un posto nell’olimpo dei podcast grazie ad EasyApple, decidono di intraprendere una nuova avventura nel mondo del podcasting fondando EasyPodcast “il network che prima non c’era” (come piace definirlo ai due fondatori).

In quasi sette anni EasyPodcast ha pubblicato quasi mille podcast.

E nella puntata numero 414 di EasyApple sono intervenuto anch’io ed ho trattato il tema degli Spyware sugli smartphone.

Un argomento caldissimo e di grand attualità, anche per gli iPhone (che EasyApple tratta come filo conduttore delle sue trasmissioni): appena un mese fa è stata scoperta una grave vulnerabilità di Whatsapp che consentiva ad un attaccante di installare uno spyware di nome Pegasus (realizzato dalla società israeliana NSO Group, leader mondiale dei software spia per dispositivi mobili) sullo smartphone di chiunque.

Quando questi programmi vengono impiegati dalle polizie a scopo di spionaggio, si parla di “captatori informatici”, utilizzati a fine di indagine per l’intercettazione di comunicazioni o conversazioni in dispositivi elettronici portatili.

Questi strumenti, per quanto utili a fini investigativi, rischiano, se utilizzati in assenza delle necessarie garanzie, di determinare inaccettabili violazioni della libertà dei cittadini, fino ad arrivare a scenari da “sorveglianza di massa” e, conseguentemente, a potenziali indebite pratiche di spionaggio.

Ho spiegato poi come questi spyware esistano anche in versione più “artigianale” ed a buon mercato, con applicazioni che chiunque potrebbe scaricare ed installare nello smartphone della persona da spiare. Molte di queste applicazioni vengono vendute infatti con lo scopo ufficiale e dichiarato di “controllare lo smartphone dei propri figli”. In realtà si tratta di programmi la cui installazione nel dispositivo di un terzo (senza la sua autorizzazione) rappresenta un vero e proprio reato.

In conclusione abbiamo dato qualche semplice ma utile consiglio per evitare di trovarsi con uno spyware installato nel proprio dispositivo mobile.

In questo link è disponibile la registrazione integrale della puntata n.414, con il mio intervento che inizia al minuto 22 e prosegue fino al minuto 43.

© Copyright 2019 Giorgio Sbaraglia
All rights reserved.

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Lascia un commento